19 febbraio 2021

Bambino positivo al Covid, la lettera che ha commosso l'Italia: "Mi mancano gli abbracci"

Una lettera delicata e commovente, scritta di pugno da un bambino, diffusa sui social network, diventa il piccolo manifesto con cui Giuseppe, otto anni, positivo al coronavirus (ma fortunatamente asintomatico), condivide i suoi pensieri e le sue speranze. Succede ad Atena Lucana, un paese del Vallo di Diano, in provincia di Salerno.

"Da un po' conosco il significato della parola pandemia - scrive Giuseppe - oggi per me è la parola più brutta che ci sia". E ancora: "Mi costringe a stare a casa mia, vorrei dimenticarla". "Mi mancano - prosegue la letterina, che ha commosso l'intero paese - gli abbracci dei miei nonni lontani, mi manca il mio papà (che lavora in ospedale, ndr) e spero che tutto quanto presto finirà".

Condividi su:



Articoli Correlati