28 gennaio 2021

Ambiente, Joe Biden scende in campo: stop alle trivellazioni per estrazione petrolio

Il nuovo presidente degli Stati Uniti Joe Biden è sceso ufficialmente in campo per il cambiamento. O meglio per cancellare almeno alcune delle linee dell’ex presidente Donald Trump, in particolare per quanto riguarda la tematica ambientale.  È notizia di ieri infatti, che Joe Biden ha firmato una serie di ordini esecutivi legati alla protezione dell’ambiente e al contrasto al cambiamento climatico. Si tratta di due temi che in realtà erano stati largamente trascurati dall’ex presidente per affari. Trump infatti era un noto negazionista del cambiamento climatico nonché molto vicino al settore delle estrazioni petrolifere. Ed è proprio su questo proposito che si basano i primi ordini esecutivi del presidente eletto, pronto a ribadire, già in più occasioni che l’ambiente sarà una delle sue priorità.  

La misura più importante adottata da Biden riguarda i permessi per trivellare il territorio federale alla ricerca di petrolio e gas naturale: mentre Trump aveva aperto la possibilità di trivellare la stragrande maggioranza del territorio federale, con l’ordine di ieri Biden ha chiesto di rivedere le richieste per ottenere un permesso considerate più rischiose per il clima, ponendo le basi per smettere del tutto di garantire nuovi permessi, in un futuro prossimo. Così Biden si allinea anche al pensiero degli ambientalisti di sospendere i permessi per estrarre petrolio e gas naturale dal territorio federale, che spesso occupa parchi e aree naturali che rischiano di essere compromesse dalle operazioni di estrazione. Secondo l’Ong statunitense Oceania una decisione ancora più ambiziosa, per esempio la cancellazione di tutti i nuovi permessi, eviterebbe la diffusione di 19 miliardi di tonnellate di gas serra nei prossimi anni.

Condividi su:



Articoli Correlati