18 novembre 2020

Batte il cancro a 15 anni, ospedale festeggia: “Organizzeremo un evento per ogni paziente oncologico”  

A riportare questa splendida notizia, sui propri canali social, è l'ospedale pediatrico Santobono di Napoli. Con gioia ed emozione, il nosocomio annuncia che un piccolo paziente oncologico, Carmine 15 anni, ha finalmente concluso la terapia. Così, per festeggiare l'evento i medici e gli infermieri che lo hanno curato, aiutato e sostenuto, hanno deciso di organizzargli una festa in corsia.

Oggi il nostro bellissimo gigante ha raggiunto un traguardo importantissimo: ha finalmente concluso la sua terapia – scrivono dall’ospedale -. Difficile descrivere a parole la Gioia che si vive in questi momenti; la sacrosanta felicità di Carmine e dei suoi familiari che, dopo una dura battaglia, si trovano finalmente al traguardo finale. Ma anche la felicità di tutti noi: medici, infermieri, fisioterapisti, psicologi che, in questo lungo e a volte difficile percorso di cura, lo abbiamo seguito, curato, conosciuto e amato”. Una riflessione sentita e una gioia reale perché per i medici del Santobono, ogni volta che un giovane paziente riesce a sconfiggere la malattia, è senza dubbio un'occasione di festa.

Soprattutto considerando che stando agli ultimi rapporti disponibili, i tumori in età pediatrica sono rari e c'è una buona probabilità di guarigione, ma negli ultimi anni, i casi sono aumentati: ogni anno in Europa si ammalano di tumore circa 140 bambini (di età 0-14 anni) su un milione, con qualche variabilità di incidenza tra i vari Paesi e tra Europa dell'Est e dell'Ovest. Un'incidenza che è andata aumentando negli ultimi anni con un incremento annuo variabile dallo 0,8 al 2,1 per cento a seconda dei tipi tumorali, età e sesso dei pazienti e nazione di residenza.

Anche il piccolo Carmine dunque, si è ammalato in età pediatrica ma per lui c’è stata anche la guarigione, come spiegano dal Santobono di Napoli: “Abbiamo pensato che fosse una buona idea festeggiare questo traguardo e rendere questo momento un momento condiviso da tutti coloro che hanno avuto un ruolo nel raggiungimento di un obiettivo così importante. E siccome è stata una giornata meravigliosa abbiamo deciso che faremo una festa ad ogni nostro paziente del reparto di oncologia che conclude la terapia. Perché ogni ragione è valida per festeggiare, ma le nostre ragioni lo sono di più”.

 

(Daniele Gentile – Rcs Salute)

Condividi su:



Articoli Correlati