17 novembre 2020

Campania. Stop alla Tma, la terapia rivolta ai bambini speciali: i cittadini chiedono di ripristinare il servizio

Portici. Come effetto collaterale della pandemia è stato sospeso il servizio di riabilitazione per i bimbi diversamente abili alla piscina comunale di Portici (Napoli), che dava assistenza e man forte a decine di giovani affetti da gravi patologie fisiche e motorie. A denunciare la sospensione del servizio sono le mamme e i papà dei ragazzini, che ora chiedono a gran voce, la riapertura della piscina per i loro figli. Nello specifico vorrebbero la ripresa della riabilitazione per chi, in quell’acqua con il cloro, aveva trovato non solo una terapia valida ma anche dei compagni di vita.

Questo importante servizio a Portici è nato nel 2019 grazie alla Leucopetra diretta dal presidente Alessandro Pacilli ed agli operatori del Centro Sportivo Portici – considerato infatti una delle eccellenze campane per la TMA, una terapia rivolta ai Bimbi Speciali –. Ma ora, a un anno di distanza “dall’apertura” dell’assistenza, il servizio è stato sospeso lo scorso 30 ottobre e a oggi non è ripartito. Le mamme hanno chiesto al sindaco Enzo Cuomo il ripristino della terapia: “I nostri figli avevano ritrovato serenità e gioia grazie alla Tma – spiegano – si divertivano e facevano progressi contro la malattia. Riaprite la piscina solo per loro perché ne hanno bisogno, noi ne abbiamo bisogno”. Un appello accorato e che arriva dritto al cuore del primo cittadino di Portici, Enzo Cuomo, che però ha solo potuto ribadire che si tratta “Di una fitta al cuore dover sospendere le terapie ai nostri Bimbi Speciali, ma facciamo loro una promessa, presto torneremo a farli giocare in piscina con i loro meravigliosi terapisti”.

Una promessa quella del sindaco che a oggi non è stata ancora mantenuta. Ovviamente complice c’è l’attuale situazione epidemiologica della Campania e di Portici e i decreti governativi: i casi di Covid sono troppi per consentire un “assembramento” in acqua. Insomma, ai bambini che avevano trovato un vero e proprio rifugio nella Tma in piscina a Portici, La Terapia Multisistemica che utilizza l’acqua come attivatore emozionale, sensoriale, motorio, non resta che attendere che passi anche questa fase dura della pandemia per tornare a sorridere e fare progressi contro la malattia.

(Daniele Gentile - Rcs Salute)

Condividi su:



SEGUICI SU:



ADS:




Articoli Correlati