22 ottobre 2020

Campania. Da Vico Equense a Torre del Greco si innalza la protesta: “Pronto soccorso chiusi, ma non si muore solo di Covid”

Non si muore solo di Covid. È questo il senso delle proteste silenziose nelle città della fascia vesuviana, dove diversi ospedali sono stati – per scelta dell’Asl – convertiti a Covid Hospital, chiudendo i pronto soccorso, e costringendo i cittadini a doversi recare in altri presidi sanitari, spesso distanti dalle proprie case. C’è l’esempio del nosocomio Maresca di Torre del Greco con un bacino di utenza di oltre 100mila abitanti e quello Vico Equense, dove monta l’ultima protesta.

Covid Hospital

La scritta su un lenzuolo campeggia all'entrata dell'ospedale De Luca e Rossano di Vico Equense “Non si muore solo Covid” e sintetizza, a chiare lettere, quanto potrebbe accadere con la soppressione del pronto soccorso nel nosocomio della costiera sorrentina. Un territorio di oltre 30 chilometri, con ben 16 frazioni. Ieri, in seguito all'annuncio da parte dei responsabili dall'Asl Napoli 3 Sud, c'è stata una riunione a Torre del Greco con il sindaco Andrea Bonocore, assieme al consigliere regionale Gennaro Cinque e ad una rappresentanza di consiglieri comunali.

"Ho incontrato il direttore generale dell'Asl, Gennaro Sosto e il direttore sanitario, Gaetano D'Onofrio, per richiedere informazioni riguardo all'improvvisa chiusura del Pronto Soccorso a Vico Equense" ha scritto in una nota il sindaco. Si tratta di una "scelta non condivisibile, perché in periodi di emergenza il servizio di Pronto Soccorso si amplia e non si chiude. Sono stato subito rassicurato sul fatto che la chiusura del servizio di Pronto Soccorso è una misura temporanea per fare fronte alla crescita della curva epidemiologica. "Ma noi non ci facciamo prendere in giro da nessuno, la scelta attuale mi pare tanto avere il sapore dell'inizio di una fine che mai permetteremo" ha ribadito Bonocore, che ha sottolineato che "ciò costituisce un profilo particolarmente increscioso che mina la leale collaborazione tra gli enti. Si tratta di un provvedimento che penalizza la nostra comunità e la espone oltremodo in un momento di crisi sanitaria." I sindaci della Penisola Sorrentina tutti si sono schierati a fianco della comunità di Vico Equense.

Anche Torre del Greco vuole il pronto soccorso

È notizia fresca che anche l’ospedale Maresca di Torre del Greco, da cui arrivano pazienti anche dalle vicine città di Ercolano e Portici, è stato totalmente convertito a Covid Hospital, per i ricoveri mendo gravi, rendendo impossibile l’accesso al pronto soccorso. Chi ha bisogno di cure urgenti deve recarsi, di fatto, all’ospedale del Mare di San Giovanni (Napoli). È questa la scelta dell’Asl Napoli 3 Sud nell’ambito della riorganizzazione dei piani ospedalieri in vista dell’aumento della curva epidemiologica e l’aumento dei ricoveri. L’ospedale potrebbe dunque sospendere tutte le altre attività come quelle d’elezione, ambulatoriali, chirurgiche e il pronto soccorso ordinario. Una nota odierna a firma dei dirigenti Asl, infatti, ha già disposto lo stop ai ricoveri e la dimissione dei pazienti ricoverati in Ortopedia, Chirurgia e Medicina generale.

(Daniele Gentile – Rcs Salute)

Condividi su:



Articoli Correlati