16 ottobre 2020

Perugia. Un residence dedicato ai malati di cancro: stanziati 4 milioni di euro 

Perugia tende la mano a chi soffre e lo fa con una azione concerta: un residence dedicato ai parenti e ai malati di cancro; i primi che vogliono rimanere vicino ai propri cari, i secondi che lottano contro la malattia. Il progetto ha preso il via ieri e, sono stati stanziati 4 milioni di euro per l'ampliamento del Residence "Daniele Chianelli". L’obiettivo è realizzare ulteriori 15 appartamenti per l'immobile accanto all'ospedale di Perugia che ospita bambini, ragazzi e adulti, malati di tumori del sangue, insieme alle loro famiglie. I lavori proseguiranno per i prossimi due anni.

"Un giorno importantissimo per noi - ha commentato il presidente del Comitato per la vita Daniele Chianelli, Franco Chianelli all’Ansa - dobbiamo assolutamente creare nuovi alloggi per le persone malate che ce lo chiedono. Insieme al Comune, che ringrazio per la donazione del terreno, abbiamo pensato a creare spazi anche per la comunità asilo nido, scuola materna, nido d'argento per gli anziani. Una casa lontano dalla propria abitazione, con lo stesso calore, la stessa umanità e molti servizi per l'ospedale e per la regione, ora abbiamo bisogno del contributo di tutti".

"Siete - ha detto, fra gli altri, la presidente della Regione, Donatella Tesei - un messaggio di speranza e concretezza, specialmente nei momenti difficili e complicati come questo. Un grande modo di realizzare la vera umanizzazione della medicina, grazie per questo messaggio di vita". Durante la presentazione del progetto era presente anche il cardinale Gualtiero Bassetti che ha benedetto il terreno su cui sorgerà la nuova struttura. Il progetto è ispirato ai principi di "Universal design", accessibile a tutti. Sarà un edificio di 2.500 metri quadrati ad 'L' in cui l'attuale struttura e la nuova saranno collegate da una passerella pedonale. Un luogo all'insegna della sostenibilità, dotato di impianto fotovoltaico che alimenterà gli appartamenti. Anche il verde avrà un ruolo importante.

(Daniele Gentile – Rcs Salute)

Condividi su:



Articoli Correlati