15 ottobre 2020

Lari. In famiglia sei positivi al virus, lo sfogo di una giovane mamma: “Sono immunodepressa e temo per la nostra incolumità”

Un’altra testimonianza importante questa volta arriva da Casciana Terme Lari, in provincia di Pisa, dove D., insieme alla sua famiglia ha contratto il virus. Nessuno è ospedalizzato e sono tutti in isolamento domiciliare, ma tutti con sintomi che stanno letteralmente minando l’equilibrio della famiglia, costretti alla convivenza con l’infezione. Il timore della donna è per i suoi figli piccoli e per sé stessa, in quanto immunodepressa. I bambini hanno avuto già febbre alta e sintomi “violenti” del Covid-19, come tosse secca, dolore alla pelle e perdita di olfatto e appetito. Sono seguiti dalla locale azienda ospedaliera e adesso incrociano le dite con la speranza che il virus esca, finalmente, dalle proprie vite.

In famiglia siamo 6, tutti positivi – lo sfogo della donna - Ci siamo accorti del virus tramite mio figlio di 15 anni, aveva la febbre a 38 (durata un giorno) e per fortuna ora sta benissimo. Dopo 4 giorni a mia figlia gli viene la febbre a 38 e mezzo con dolere ai muscoli, alle ossa, alla pelle, sensi di vomito con perdita leggera del gusto e per 2 giorni non mangia più nulla: il tutto dura 5 giorni. I miei figli più piccoli 12 e 9 anni solo una leggera tosse secca, mentre mio marito dolore alla pelle, io perdita dell’olfatto da 3 giorni. Io, purtroppo, sono immunodepressa e non posso fare altro che sperare che, il virus si fermi qua e non ci siano altre conseguenze”. Una preoccupazione legittima e uno stato d’ansia comprensibile quello di D. e della sua famiglia, che da giorni devono fare i conti con il Covid-19, aggrappati alla speranza che il virus si fermi senza conseguenze più gravi.

 

(Daniele Gentile-Rcs Salute)

Condividi su:



SEGUICI SU:



ADS:




Articoli Correlati