14 ottobre 2020

Afragola. L’ex sindaco e parlamentare Domenico Tuccillo sul Covid in Campania: “Ora potenziamo la medicina territoriale”

La parola all’ex sindaco di Afragola e parlamentare della Repubblica, Domenico Tuccillo, che senza mezzi termini analizza l’attuale situazione epidemiologica che sta vivendo la Campania. “Il governatore De Luca ha annunciato che se si dovesse arrivare a quota mille contagi giornalieri, si potrebbe andare incontro a un nuovo lockdown. Una ipotesi, ahimè, quasi certa, siccome la Regione ha dato il via libera ai tamponi nelle strutture private che potrebbe, di fatto, far rilevare un aumento dei contagi – spiega Tuccillo -. Tuttavia, ritengo che non sia giusto rimanere legati solo a una logica di chiusura, e infatti ci dobbiamo porre una domanda: i cittadini sarebbero disposti a seguire, rigorosamente, una chiusura totale? La risposta è che probabilmente quello che si aspettano i cittadini è una riorganizzazione della medicina territoriale”.

L’ex sindaco di Afragola analizza, infatti, le azioni messe in campo dalla Regione Campania in questi ultimi mesi, alcune delle quali significative: “Ci sono stati passi importanti per la prevenzione, come l’approvvigionamento, con tempi anticipati, di vaccini antinfluenzali; la realizzazione di Covid hospital che garantiscono posti letti. Tuttavia, c’è ancora un nodo da sciogliere: il potenziamento della medicina territoriale – rimarca Domenico Tuccillo -. Ritengo che, sotto questo aspetto, ci sono almeno tre punti chiave su cui agire: assegnare studi ai medici di base della Regione, per non creare un sovraccarico. Istituire Covid Resort, dove far alloggiare i contagiati-asintomatici, che in questo modo possono sottoporsi a una quarantena rigorosa senza il rischio di contagiare i nuclei familiari. Infine, ritengo necessario Istituire le Usca, un pool di medici che devono portare l’assistenza a casa dei pazienti, in modo da non ingolfare gli ospedali”.

(Daniele Gentile - Rcs Salute)

Condividi su:



Articoli Correlati