04 agosto 2020

Salva la vita al padre, poi discute la tesi: laureato con 110 e lode

Tutto ciò che aveva imparato durante il periodo in cui è stato nei boyscout gli è servito in un solo istante, quello in cui ha visto il padre disteso per terra, senza respiro e in preda a un attacco di cuore. É successo a Bari e il protagonista di questa incredibile storia è il giovane Angelo Cafagno.

Alcuni giorni prima della videoconferenza, il 22enne studente era in casa intento ad ultimare la preparazione alla sua tesi di laurea, quando il padre, il 60enne Antonio, dipendente dell’Asl, subiva un improvviso infarto. Angelo senza esitare gli ha dato i primi soccorsi nell’attesa dell’arrivo dell’ambulanza, praticandogli la respirazione bocca a bocca e il massaggio cardiaco, tecniche apprese durante il suo lungo percorso di formazione da boyscout. Trasportato in ospedale, il padre è stato operato al cuore e, a detta dei medici, determinante a salvargli la vita sarebbe stato proprio l’immediato intervento del figlio.

Antonio è stato dimesso il giorno della laurea di Angelo: non ha voluto mancare ad assistere al conseguimento di una tappa importante della vita del figlio. Una doppia festa dunque nella loro casa perché, Angelo ha brillantemente conseguito in videoconferenza la laurea in Interpretariato e Traduzione con 110 e lode. A questo si aggiunge appunto l’arrivo a sorpresa, durante la seduta online, di suo padre, a cui lui ha letteralmente salvato la vita pochi giorni prima. Angelo Cafagno non dimenticherà mai questo giorno così speciale.

Condividi su:



Articoli Correlati