04 agosto 2020

Bere acqua in estate, ma quanta ne dobbiamo bere al giorno per stare bene?

Tutti sappiamo che bere tanta acqua è importante per la nostra salute, un dato di fatto che viene tramandato da generazioni. È, infatti, il principale componente dei tessuti del corpo umano ed è essenziale per la nostra sopravvivenza e per lo sviluppo della vita. Tuttavia, il concetto "se bevi tanta acqua stai meglio", non è esattamente corretto perché bisogna bere la quantità giusta, come rivela la ricerca di Medical Fact. Ad esempio, nei neonati di età compresa fra zero e sei mesi l’acqua costituisce fino a ben l’80% del peso corporeo, per poi ridursi fino ad arrivare a circa il 60% negli adulti. Negli anziani tale percentuale si riduce gradualmente, anche accompagnata da una diminuzione della massa muscolare. Non è solo l’età a fare la differenza. Anche il sesso, per esempio, gioca un ruolo, con una quantità d’acqua minore nelle donne rispetto agli uomini.

Ma quanta acqua dovremmo bere?

La domanda è semplice, la risposta non così tanto. Fino agli anni Novanta la valutazione del consumo di acqua non era nemmeno considerata un campo prioritario per la ricerca nutrizionale. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare e il Centro per il Controllo delle Malattie, hanno iniziato a produrre delle raccomandazioni per sottolineare l’importanza di bere acqua al posto delle bevande zuccherate. Nel 2015 è stata condotto un sondaggio in tredici Paesi, il quale ha stimato che più del 20% dei bambini e degli adolescenti bevono una quantità di acqua minore di quanto raccomandato dall’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare e in molti Paesi l’acqua conta per meno della metà del totale dei fluidi assunti dai bimbi.

In generale, solo il 40% degli uomini e il 60% delle donne intervistate sembrava soddisfare un livello accettabile di consumo di acqua. Abbiamo però visto quanto, per il nostro organismo, questa sostanza sia fondamentale. Il nostro corpo non è in grado – attraverso il suo metabolismo – di produrne abbastanza, e quella ottenuta attraverso il cibo non è sufficiente. Di conseguenza, è necessario fare molta attenzione a quello che si beve durante il giorno e alla quantità, per essere sicuri di soddisfarne il fabbisogno quotidiano. Questo è, infatti, influenzato da molti fattori. Ognuno di noi perde, durante il giorno, una quantità variabile di acqua attraverso l’urina, la respirazione, la sudorazione e le feci, la quale deve essere rimpiazzata attraverso il cibo e l’acqua che beviamo. L’esercizio fisico, il calore e l’umidità dell’ambiente esterno, lo stato di salute (condizioni come febbre, vomito e diarrea aumentano la disidratazione), la gravidanza e l’allattamento sono tutte condizioni che richiedono un aumento della quantità di acqua che viene assunta durante il giorno.

Dunque, secondo l'Oms le quantità giuste sono queste

Neonati di 0-6 mesi: 100 mL/kg al giorno

Bambini: tra 6 mesi e 1 anno: 800-1000 mL/giorno
tra 1 e 3 anni: 1100-1300 mL/giorno
tra i 4 e gli 8 anni: 1600 mL/giorno
tra i 9 e i 13 anni: 2100 mL/giorno per i bambini e 1900 mL/giorno per le bambine;

Adolescenti oltre i 13 anni, adulti e anziani: femmine 2 L/giorno, maschi 2,5 L/giorno.

Fonte: Oms, Medical Facts

Condividi su:



SEGUICI SU:



ADS:




Articoli Correlati