04 agosto 2020

Liam, 16 mesi, morto a Giulianova per dispnea: si pensava fosse un semplice raffreddore

Una tragedia che ha sconvolto un'intera comunità e ha lasciato un solco profondo nel cuore dei suoi genitori perché, il cuoricino di Liam ha smesso di battere in meno di 24 ore. Inizialmente sembra sia stato diagnosticato solo un semplice raffreddore al piccolo, perché faticava leggermente a respirare. Poi la situazione si è rapidamente aggravata e nonostante i disperati tentativi da parte dei medici di salvarlo, purtroppo, per lui non c'è stato nulla da fare.

Il dramma: Liam morto per insufficienza respiratoria

Liam Lamolinara ha iniziato a sentirsi male e a non riuscire a respirare la notte tra sabato e domenica. I giorni precedenti non stava bene ma nulla avrebbe fatto presagire una simile tragedia. Sembra invece si sia pensato a un semplice raffreddore. Improvvisamente però il piccolo ha iniziato ad avere gravi problemi respiratori ed è stato subito portato al pronto soccorso dell’ospedale Maria Ss dello Splendore di Giulianova. Appena arrivato, i medici di turno lo hanno visitato e hanno diagnosticato una grave forma di dispnea, mettendo in atto il protocollo d’urgenza in questi casi utilizzato. Una volta stabilizzato e passata la crisi respiratoria, il piccolo Liam sarebbe forse stato trasferito all’ospedale di Ancona per essere seguito ulteriormente. Ma purtroppo il bimbo non è mai arrivato nell’altra struttura ospedaliera, il suo cuoricino ha smesso di battere a Giulianova. I funerali del piccolo si sono celebrati lunedì e nella cittadina il lutto è stato palpabile per l'intera giornata. 

Fonte: Il Giornale.it

Condividi su:



Articoli Correlati