31 luglio 2020

Festa dell'Eid, Co-mai: "Quest'anno la festa è a domicilio nei maggiori paesi arabi, in Italia e in Europa con responsabilità e prevenzione" .

Cosi la comunità del mondo arabo in Italia (Co-mai) e la Confederazione internazionale laica interreligiosa (Cili-Italia) esprimono a tutti i musulmani in Italia e nel mondo auguri per la festa dell'Eid Al Adha augurando che arrivi il nostro messaggio di auguri e di pace e di serenità in un momento di emergenza sanitaria dove ognuno di noi è chiamato a svolgere il suo ruolo con responsabilità e rispetto reciproco rispettando tutte le raccomandazioni sanitarie e mediche emanate dai ministeri della salute locale .

"Apprezzamento di tutte le decisioni prese dai paesi arabi e musulmani per lo svolgimento della festa del Eid che nella maggior parte dei paesi arabi e musulmani si svolge a domicilio con i familiari senza andare in moschee per rispettare ed evitare assembramenti tra la gente ,lo stesso in Italia e in Europa tanti musulmani hanno scelto la festa a domicilio e tra gli amici stretti ,alcune moschee hanno deciso di festeggiare insieme o all'aperto sempre con il rispetto del distanziamento sociale ,utilizzo delle mascherine e lavarsi bene le mani .

Sicuramente una festa sofferta per tutti ma bisogna andare avanti combattendo il Coronavirus salvaguardando il diritto alla salute per tutti ,combattere ogni forma di disobbedienza medica e sanitaria dove non hanno spazio come anche le Fake News e le strumentalizzazioni politiche .Appello a tutti i musulmani italiani pregate per tutti i morti in Italia e nel Mondo e mandiamo un messaggio di Pace e di dialogo a Papa Francesco e al presidente della repubblica italiana Sergio Mattarella ringraziandoli per il loro impegno e rispetto verso tutti i cittadini e migranti e per tutte le religioni compresa la religione musulmana". Cosi dichiara il Fondatore Co-mai e Cili-Italia Foad Aodi

Ufficio Stampa Co-mai

Condividi su:



SEGUICI SU:



ADS:




Articoli Correlati