27 luglio 2020

Mel Gibson ricoverato per coronavirus: “Curato con il Remdesvir”

L'ennesima celebrità finita nel mirino del coronavirus. Questa volta è infatti toccato a Mel Gibson finire in terapia intensiva a causa del virus cinese. Gibosn ha vissuto settimane di paura perché è risultato positivo, ad aprile, al Coronavirus e a Los Angeles si è sottoposto a cure immediate.

La notizia è stata rivelata solo la scorsa settimana dal Daily Telegraph. Sempre secondo i ben informati, l’attore e regista 64enne è stato curato con il farmaco antivirale Remdesvir, un farmaco risultato estremamente efficace nella lotta al Covid-19 “Il tampone è risultato positivo in aprile, e in seguito al trattamento è risultato negativo al virus e positivo agli anticorpi”, riferisce il Daily. Gubson non è il solo a Hollywood ad aver contratto il Covid-19, è successo anche al collega Tom Hanks e a sua moglie Rita Wilson.

Al momento Mel Gibson è tornato a lavorare alla sceneggiatura del secondo capitolo de “La passione di Cristo”, film da lui diretto nel 2004 che raccontava le ultime dodici ore di vita di Gesù e che ha suscitato scalpore allora per la durezza e la violenza di alcune immagini, tra cui la crocifissione. Sarebbe completamente fuori pericolo insieme alla sua famiglia, l'attore ha raccontato di aver passato momenti difficili e di paura, ma grazie alle efficaci cure mediche, è riuscito a sconfiggere la malattia. 

Condividi su:



Articoli Correlati