10 luglio 2020

Il bambino era destinato alla vita: nasce con il contraccettivo in mano, uno scatto unico al mondo

Era destinato a venire al mondo contro ogni pronostico perché, nonostante la mamma avesse preso un contraccettivo per non rimanere incinta, lui è riuscito a venire al mondo (tra l’affetto della sua famiglia). Un bambino, appena nato, che stringe in una mano la spirale intrauterina utilizzata dalla sua mamma. È quanto ritrae uno scatto che, postato dall’ospedale su Facebook, è diventato ben presto virale.

A fotografare il bambino appena nato sono stati i medici di un ospedale di Haiphong, in Vietnam, dove il piccolo è venuto al mondo una decina di giorni fa. La particolarità di una delle foto pubblicate su Facebook è che il neonato, che ha gli occhi ancora chiusi, in una manina stringe appunto un oggetto: si tratta della spirale intrauterina della madre, il contraccettivo che avrebbe dovuto impedirne il concepimento, fuoriuscito insieme al bambino (ma non nelle sue mani) durante il parto. Questi contraccettivi sono considerati infallibili, ma come dimostrano le foto, questa volta la forza della vita è stata più forte.

Il bambino infatti, secondo quanto riportato dai quotidiani locali, è nato il 30 giugno con un peso di 3,2 kg. “La mamma aveva già due figli e da circa due anni portava la spirale”, hanno raccontato i medici dell’ospedale del Vietnam, “poi, però, si è accorta di essere incinta. La spiegazione più probabile è che il dispositivo si sia spostato dalla posizione originale e corretta, diventando così inefficace”. “Il dispositivo è uscito insieme al bambino e ho pensato fosse interessante scattare una foto mentre lo stringeva in mano”, le dichiarazioni di un medico affidate ai giornali, “non avrei mai pensato potesse ricevere così tanta attenzione”.

(Fanpage.it)

Condividi su:



Articoli Correlati