01 luglio 2020

Saues, Ficco: “Chiediamo alle forze politiche l’indennità aggiuntiva per i medici in prima linea nella lotta al Covid-19”

Il Sindacato Autonomo Urgenza Emergenza Sanitaria ha chiesto alle forze politiche e al governo un’indennità aggiuntiva per i medici in prima linea nella gestione della pandemia da Coronavirus. Il Consiglio Nazionale Saues, in data 30 giugno, ha infatti deliberato di rendersi parte attiva presso le forze politiche affinché sia presentato un emendamento che riconosca per i medici di Emergenza Sanitaria (Servizio E.T e P.S.) che hanno prestato la propria opera di professione durante l’emergenza Covid.

A formulare la proposta inoltrata alle forze politiche italiane, il presidente Nazionale Saues, Paolo Ficco: “Riteniamo sia doveroso riconoscere un’indennità aggiuntiva per questi medici che hanno dato il masso durante l’emergenza sanitaria”, spiega Ficco. “Abbiamo già chiesto questa indennità, per i medici di Emergenza e i medici di Pronto Soccorso, al ministro della Salute Roberto Speranza, e ai vertici del governo: ora attendiamo il provvedimento del Parlamento. Si tratterà – prosegue il presidente Nazionale Saues - di una indennità riconosciuta con cadenza annuale, che si andrà a sommare ai Covid-bonus in erogazione dalle varie regioni italiane”.

Dunque, Saues ha ufficialmente inoltrato la richiesta alle forze politiche di riconoscere lo straordinario lavoro svolto in questi mesi di pandemia dai medici italiani impegnati nella gestione dell’emergenza.

Condividi su:



Articoli Correlati