29 giugno 2020

Vacanze in Campania, Paolo Ascierto: “Vi aspettiamo, qui sanità affidabile”

Sono le parole dell’oncologo Paolo Ascierto, ormai di fama internazionale. In una intervista rilasciata al Mattino, lo stimato medico che ha trovato una cura efficace contro il Covid-19 ha ribadito: “È uno dei luoghi più sicuri del mondo, sia quanto a numero di contagi sia in termini di affidabilità della rete sanitaria”. Lo ha riferito Ascierto, direttore dell'unità di immunoterapia oncologica e terapie innovative del Pascale. Colui che ha legato il suo nome (la cura Ascierto, appunto) all'uso del Tocilizumab, il farmaco antiartrite usato anche per mitigare gli effetti collaterali dell'immunoterapia del cancro.
 

La Campania è un luogo sicuro, ce lo dicono i numeri – ha ribadito al Mattino -. Nonostante il piccolo focolaio di Mondragone siamo tornati a zero casi su migliaia di tamponi eseguiti in aree sensibili e da 12 giorni consecutivi non registriamo decessi. Siamo d'altra parte nella fase della convivenza col virus, che c'è e circola in ogni parte del mondo, ma qui in Campania abbiamo dimostrato di essere bravi sia a contenerlo sia a curarlo al meglio. Tutti presìdi delle Asl delle varie province, durante la fase acuta dell'epidemia, hanno risposto efficacemente e consolidato routine di isolamento e trattamento dei casi. Percorsi rimasti attivi.

Lo sguardo dell'oncologo agli ospedali napoletani: "Basta pensare a quanto hanno fatto l'ospedale di Ischia e di Pozzuoli, il Loreto in collegamento con Capri, l'ospedale di Eboli nel salernitano e poi Scafati, Boscotrecase, Ariano Irpino, Il Moscali, Il San Pio di Benevento, Maddaloni. A sud si è aggiunto ora anche l'ospedale di Agropoli per la zona costiera cilentana. Del resto anche nella zona nord della regione, nel recente focolaio di Mondragone, all'ospedale di Sessa Aurunca ha partorito il caso indice senza incubare il virus in ospedale. Durante l'epidemia in Campania è nata una rete con il Cotugno come Hub che ha fatto scuola rispetto alle procedure anticontagio e noi con il Monaldi siamo rimasti in contatto con tutti i Covid center per indicare la tempistica con cui iniziare il trattamento con il Tocilizumab”.

Fonte: Il Mattino

Condividi su:



SEGUICI SU:



TAG:



REGISTRATI SU:



Articoli Correlati