22 giugno 2020

L'elogio del premier Giuseppe Conte ai medici: "Se oggi siamo qui è grazie a voi"

"Se oggi siamo qui a parlarci è perché ci siete stati anche voi, grandi professionisti con un grande cuore". Così il premier Giuseppe Conte ha voluto ringraziare i medici e gli infermieri impegnati nelle task force sanitarie in tutta Italia e che oggi hanno ricevuto un attestato di riconoscimento nella sede della Protezione Civile. "Abbiamo apprezzato tantissimo il vostro coraggio - ha continuato -. Abbiamo capito che c'era una resilienza, una coraggio, una volontà di non lasciarsi sopraffare da un nemico invisibile". 

"Ricordo sempre la triste contabilità dei nostri morti. Non sono numeri, non dobbiamo dimenticarli, sono genitori, padri, madri, parenti, conoscenti", ha aggiunto Conte. "L'Italia ha dato una grande dimostrazione di sé". Lo ha detto il premier nel suo discorso di ringraziamento a medici e infermieri delle task force sanitarie. "Siamo stati tutti costretti ad affrontare una prova difficilissima, impegnativa, inaspettata - ha sottolineato -. Mai avremmo pensato di assumere le decisioni che abbiamo preso, di disporre prima una zona rossa per alcuni comuni e poi su tutto il territorio nazionale".

"Noi siamo ancora dentro questa battaglia, la partita è ancora in campo, guai a pensare che sia già vinta". Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante il suo discorso di ringraziamento a medici e infermieri. "Una delle chiavi è ascoltare la memoria - ha aggiunto -. Il Paese spesso dimentica velocemente. Le immagini di quelle giornate dovremmo condividerle, voi potete raccontare che abbiamo affrontato un nemico difficilissimo. Come ha detto papa Francesco non dobbiamo disperdere questa lezione".

"Gli assembramenti sono uno schiaffo a tutti voi e a tutti i 34mila italiani che non ci sono più". Lo ha detto il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, durante il suo discorso di ringraziamento a medici e infermieri che hanno ricevuto un attestato dal premier Conte nella sede della Protezione Civile. "Il covid - ha aggiunto - è ancora tra noi, non bisogna abbassare la guardia. Fino a quando il ministro Speranza non ci dirà che sarà finita, non sarà finita".

"Siete stati impegnati in prima linea. Avete dato una risposta eccezionale, incredibile, enorme, come il grande cuore dei nostri italiani". Così il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha ringraziato medici e infermieri che sono stati impegnati nelle task force coronavirus e che oggi riceveranno gli attestati da parte del presidente del consiglio Conte.

"Avete dimostrato che l'emergenza si supera con l'impegno di tutti", ha detto Borrelli, spiegando che "oltre 8.000 medici e 9.000 infermieri hanno risposto alla nostra chiamata" dando una "risposta eccezionale". Un ringraziamento particolare è stato rivolto a "medici e infermieri che hanno contratto il covid", una cui rappresentanza è presente nella sede della Protezione Civile durante la cerimonia con il premier Conte. "Voglio ringraziare anche i colleghi e volontari di altre amministrazioni - ha concluso - che ci hanno supportato per far sì che ognuno di voi non fosse abbandonato".

Fonte: Ansa

Condividi su:



Articoli Correlati