17 giugno 2020

Al San Raffaele di Milano trovata una nuova cura contro il Covid, lo studio condotto su pazienti infetti

Arriva un altro tassello nella lunga e difficile battaglia contro il coronavirus. Questa volta un nuovo studio clinico è stato condotto all'ospedale San Raffaele di Milano e suggerisce l'efficacia dell'anticorpo monoclonale mavrilimumab nel trattamento di pazienti Covid-19 con polmonite e iper-infiammazione sistemica in corso.

I risultati dello studio sono stati pubblicati oggi sulla rivista Lancet Rheumatology. La ricerca è stata condotta da Giacomo De Luca, reumatologo, con il coordinamento di Lorenzo Dagna, docente e primario di Immunologia. La sperimentazione, che ha dato ottimi risultati, è stata condotta su 13 di 39 pazienti non sottoposti a ventilazione meccanica. Gli altri 26 hanno costituito un gruppo di controllo e hanno ricevuto solo la terapia standard.

I risultati - viene sottolineato dai ricercatori - sono molto incoraggianti: nei pazienti trattati con mavrilimumab, dopo 28 giorni si è registrato un miglioramento clinico nel 100% dei casi, rispetto al 65% del gruppo di controllo. Non si è registrato nessun decesso tra le persone che hanno ricevuto mavrilimumab, mentre nel gruppo di controllo il 27% dei pazienti non è purtroppo sopravvissuto alla malattia. Dunque, il nuovo farmaco utilizzato nella lotta al Covid ha già dato risultati importanti sotto ogni punto di vista, e questa tecnica potrebbe presto essere riconosciuta anche dall’Aifa e diventare una nuova terapia ufficiale nel caso di una seconda ondata di contagi in autunno.

Fonte: Ospedale San Raffaele 

Condividi su:



Articoli Correlati