12 giugno 2020

Trapianto di midollo su un bambino positivo al Covid: l’intervento è riuscito con successo

I medici hanno effettuato un delicato trapianto di midollo per un bimbo di 6 anni positivo al coronavirus, così come i genitori, affetto da leucemia linfoblastica acuta. L'intervento si è svolto all' Ospedale Bambino Gesù di Roma, ed è stato effettuato dall'equipe del professor Franco Locatelli. Il piccolo è stato prima sottoposto al trattamento con plasma ottenuto da un soggetto guarito dall' infezione e si è così negativizzato al virus. Poi, il trapianto con le cellule staminali emopoietiche prelevate dal papà, anch'egli nel frattempo guarito. Il piccolo ora sta bene. L’intervento è significativo anche perché come era già stato annunciato dalla comunità scientifica, l’utilizzo del plasma dei guariti, attualmente risulta essere la cura migliore contro il Covid.

Infatti, lo scorso 27 marzo, le società scientifiche Sidem (Società italiana di emaferesi e manipolazione cellulare) e Simti (Società italiana di medicina trasfusionale e immunoematologia) avevano pubblicato un Position Paper, in cui erano contenuti vari dettagli sulla procedura. Per attuare la terapia è necessario prelevare da donatori, guariti dal Covid-19, il plasma, che viene sottoposto a diversi test, per determinare il contenuto delle Immunoglobuline, che possono essere IgM o IgG. Le IgM sono quelle che compaiono poco dopo l'infezione e si esauriscono rapidamente, mentre le IgG sono quelle che rimangono più a lungo termine nel sangue.

Fonte: Ospedale Bambino Gesù

Condividi su:



Articoli Correlati