29 maggio 2020

Dramma in casa, bambino di 11 anni resta ustionato con il fuoco mentre prova un esperimento chimico, è ricoverato in ospedale

Voleva mettere in pratica ciò che aveva imparato in chimica, la sua grande passione insieme alla medicina. Ma questa volta per il piccolo - appena 11 anni - il risvolto è stato catastrofico: è rimasto gravamente ustionato dal fuoco. La vicenda è avvenuta in una abitazione del centro di Collegno, dove sono intervenuti gli operatori del 118 e i carabinieri, dopo l'allarme inoltrato dai genitori del piccolo. 

I carabinieri hanno accertato che a essere rimasto ferito è appunto un bambino di 11 anni, intento a fare un esperimento di chimica, si è procurato ustioni sul 75% del corpo ed è ora ricoverato in prognosi riservata all'ospedale infantile Regina Margherita di Torino. L'allarme è scattato nella tarda serata di ieri nella sua abitazione di Collegno.

A chiamare i soccorsi è stata la madre del ragazzino. Sul posto due mezzi del 118: gli operatori sanitari hanno immediatamente notato la gravità della situazione e senza esitare hanno accompagnato il piccolo in ospedale. 
In base a una prima ricostruzione dei fatti da parte dei militari dell'Arma, il ragazzino avrebbe creato un miscuglio con bicarbonato, sabbia, zucchero e alcol. Nell'appiccare il fuoco con un accendino, è stato investito dalle fiamme al volto, agli arti, alla schiena e al petto. In casa i carabinieri hanno trovato un quaderno di scienze con alcune frasi che combaciano con l'esperimento. 

Adesso l'intera città è in forte apprensione per lo sroti dell piccolo con la passione per la chimica. Infatti, l'undicenne ha riportato ustioni su gran parte del corpo ed è tuttora ricoverato in terapia intensiva. Il personale sanitario sta facendo il possibile per salvargli la vita, ma sopratutto per alleviare la sofferenza causata delle ustioni.

Fonte: Ansa

Condividi su:



Articoli Correlati