22 maggio 2020

Lo “sceriffo” contro il governo per le zone rosse escluse: la Campania tagliata fuori dai bonus Covid

Alza ancora una volta la voce Vincenzo De Luca, governatore della Campania. Ma questa volta non è contro gli “imbecilli” delle mascherine, bensì contro l’esecutivo targato Giuseppe Conte, per quanto riguarda la scelta di escludere le ex zone rosse della Campania dai bonus economici. Questi fondi sono stati inseriti in una disposizione nel dl Rilancio che però esclude le ex zone rosse dal fondo dedicato alle aree più colpite dall’emergenza coronavirus. Quei soldi - cioè 200 milioni - saranno destinati alle province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e Piacenza, mentre, inizialmente, era previsto che spettassero a tutte le zone rosse d’Italia che siano state in isolamento almeno 30 giorni.

"Incredibile decisione da parte del Governo. E' sconcertante che si sia solo immaginato di escludere le ex zone rosse (Vallo di Diano, area Ariano Irpino) dal Fondo dedicato alle aree colpite gravemente dell'emergenza Covid.
Chiediamo che si corregga immediatamente questa disposizione da parte del Governo". Lo dice il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in merito alle ex zone rosse escluse dal fondo Covid.
La vicenda sta suscitando forti reazioni in gran parte del mondo politico. Il parlamentare del M5S Generoso Maraia insorge e annuncia la presentazione di un emendamento per correggere la situazione. Dello stesso avviso Luigi Di Maio. L'esclusione riguarda anche le ex zone rosse del Veneto, e ha visto la forte protesta del governatore Zaia.

Fonte: Ansa

 

Condividi su:



Articoli Correlati