12 maggio 2020

Mascherine a 50 centesimi introvabili, da Nord a Sud nessuno riesce ad acquistarle, i commercianti: "Qui non sono arrivate"

Una delle prerogative della Fase 2 del coronavirus è proprio quella di utilizzare le mascherine in ogni luogo pubblico. In realtà, più che una prerogativa, si tratta di una vera e propria legge stabilita dal Governo Conte per riaprire il Paese, senza un incremento dei contagi. Tuttavia, sin dalla prima ora della “legge mascherine”, non è tardato ad arrivare il malumore di milioni di cittadini pronti a denunciare che, nella Fase 1, il costo delle mascherine fosse arrivato fino a 10 euro per una chirurgica, ma soprattutto che erano praticamente introvabili nelle farmacie.

Così, per arginare questo problema, il Governo ha garantito che a partire da questa settimana il prezzo delle mascherine sarebbe stato di 50 centesimi e – sempre secondo le promesse – acquistabili nei supermercati, tabaccai e farmacie. Tuttavia, come è stato largamente testimoniato dai cittadini, dai giornalisti e da "Striscia la Notizia", in un servizio di Valerio Stafelli, con l'aiuto dei colleghi Stefania Petyx e Luca Abete, delle mascherine nessuna traccia: dalla Sicilia alla Lombardia, passando per la Campania e la Sardegna, la risposta dei commercianti è sempre la stessa: "Qui non ci sono, non sono mai arrivate".

Fonte: Striscia La Notizia

Condividi su:



Articoli Correlati