06 maggio 2020

Ristoranti, il grande rebus sulla riapertura nella Fase 2: distanziamento sociale e tavoli separati dal plexiglass

Uno dei nodi da scogliere per il governo è la riapertura delle attività commerciali rimaste ferme al palo. Tra queste ci sono i parrucchieri, le palestre, i centri sportivi e i ristoranti. Proprio quest’ultima categoria appare come una di quelle più a rischio “default”, perché come è trapelato nei giorni scorsi, il modo di concedersi una cena al ristorante cambierà radicalmente: l’ipotesi più accreditata in questo momento resta quella legata a un divisorio in plexiglass tra un posto a sedere e l’altro. Insomma, un distanziamento forzato che, come hanno fatto presente i ristoratori di tutta Italia, difficilmente renderà appetibile una cena in compagnia.

Come si procederà alla riapertura

Notizie particolarmente dettagliate non ci sono, tuttavia alcuni stralci di decreto e ipotesi, indicano che i ristoranti potranno riaprire – a patto del rispetto delle regole anti-Covid – già a partire dal prossimo 18 maggio. Infatti, le regioni sono in pressing sul governo per ipotizzare un calendario anticipato di riaperture dei negozi. Gli ultimi dati della Protezione Civile confermano la discesa della diffusione del virus - con l'incremento dei contagiati totali mai così basso dal 10 marzo - e il governo valuta la possibilità che si possa accelerare ulteriormente il percorso della ripresa.

Insomma, la riapertura totale sembrerebbe essere ormai imminente, ma c’è da considerare in che modo radicale cambieranno le abitudini degli italiani: per il mare il governo ha pensato a ombrelloni distanziati e barriere di plexiglass, uguale per i ristoranti. Questa decisione dell’esecutivo targato Giuseppe Conte ha già indignato gli imprenditori del settore che hanno ribadito un fallimento totale con queste misure di prevenzione. E, in effetti, immaginarsi al mare circondato da barriere di plexiglass o dover parlare al ristorante dietro appositi pannelli, con camerieri vestiti in stile medico, di certo non appare uno scenario particolarmente piacevole.

Condividi su:



Articoli Correlati