01 maggio 2020

Torre del Greco. Lettera anonima contro due infermieri: “Grazie per il Covid che ci portate ogni giorno”

Una lettera anonima è arrivata in un’abitazione del centro storico, all’indirizzo di due infermieri, padre e figlia: “Grazie a te e a tua figlia che avete portato il Covid nel palazzo”. A trovarla nella buca della posta sono stati Franco e Teresa Vetro, padre e figlia infermieri di Torre del Greco impegnati in prima linea in due ospedali per l’emergenza coronavirus. Tra lo sgomento generale e l’indignazione, i due infermieri hanno rapidamente denunciato l’accaduto. Anche il sindaco, Giovanni Palomba, ha fortemente condannato il gesto ignobile e dai metodi mafiosi: “Un atto indescrivibile, siamo vicini alla famiglia”.

Franco lavora come infermiere nel reparto Covid del Loreto Mare di Napoli mentre Teresa, 25anni, lavora nel reparto pediatrico Covid del Policlinico di Napoli. “Sono senza parole - ha detto Teresa- ma non riesco a nascondere la rabbia. Mi sento avvilita per il declino morale di questa società, nonostante molti si nascondano dietro ai complimenti e all’ipocrisia. Quanti magari ci chiamano eroi, poi ci trattano da appestati”, ha ribadito al Mattino.

L’infermiera ha inoltre denunciato che, nei giorni scorsi, ha cercato una casa nei presso dell’ospedale in cui presta servizio, ma non ha trovato nessuno disposto a fittargliela. Oltretutto questo non è un caso isolato perché da Nord a Sud, sono ormai sempre più frequenti gli attacchi verso medici e infermieri. Nell’Italia dell’ignoranza purtroppo, gli eroi in camice bianco, a volte vengono considerati appestati da cui è meglio stare alla larga.

Condividi su:



Articoli Correlati