23 aprile 2020

Coronavirus, funerale scellerato: in centinaia in strada per ricordare il sindaco scomparso: i carabinieri hanno sanzionato 54 persone

Di certo il sindaco Carmine Sommese, morto pochi giorni fa a causa del virus, non avrebbe voluto un assembramento selvaggio in suo onore. Eppure, così è successo perché in centinaia, lo scorso 18 aprile, hanno affollato le strade di Saviano in barba alle norme di contenimento dell’epidemia. E per questo motivo, i carabinieri di Nola hanno comminato sanzioni nei confronti di 54 persone tra quelle che hanno partecipato alla commemorazione funebre del sindaco di Saviano (Napoli) Carmine Sommese.
 

Le persone sanzionate - tra loro anche il vice sindaco, Carmine Addeo - sono state individuate tra quelle presenti all'ospedale di Nola e poi nel Comune di Saviano, quando il feretro di Sommese attraversò la cittadina tra ali di folla con inevitabili assembramenti.

Sono tuttora in corso accertamenti per l'identificazione di ulteriori soggetti tra quelli che dettero vita al mancato rispetto delle norme anti Covid. Insomma, in una Napoli che in questi giorni si è distinta proprio per il rispetto delle regole, diventando un modello a livello nazionale, purtroppo si verificano anche episodi del genere. Infatti, pochi giorni altri 50 soggetti erano stati sanzionati per aver preso parte a una “festa selvaggia” nella zona di Pozzuoli: balli e canti, senza alcun rispetto del decreto anti-Covid.

Fonte: sala stampa Carabinieri    

Condividi su:



Articoli Correlati