22 aprile 2020

Ascierto diventa la speranza campana nella lotta al coronavirus, nominato coordinatore del gruppo di ricerca

L’oncologo Paolo Ascierto è stato nominato coordinatore del gruppo di ricerca per il coronavirus in Campania. Ascierto, originario di Solopaca, nel Beneventano, è stato proposto dai direttori generali e scientifici dell'Istituto Pascale di Napoli, Attilio Bianchi e Gerardo Botti. Nel progetto, che vedrà coinvolta oltre alla Regione Campania, anche l'Azienda dei Colli, il Consiglio Nazionale delle Ricerche e lo stesso Istituto Pascale di Napoli.

Il gruppo, già attivo dai primissimi giorni di emergenza sanitaria per lo scoppio della pandemia, comprende anche Ugo Trama (responsabile dell'Unità Operativa Dirigenziale 08 "Politica del Farmaco e Dispositivi" della Regione Campania), Giuseppe De Pietro (direttore dell'Istituto di Calcolo-Reti e Alte Prestazioni del Consiglio Nazionale delle Ricerche per la raccolta dati e l'utilizzo delle intelligenze artificiali), oltre a vari sanitari e alle direzioni degli ospedali napoletani del Monaldi, del Cotugno e del Pascale.

Proprio l'oncologo Paolo Ascierto, assieme al virologo Franco Buonaguro, era stato tra coloro che avevano avuto l'intuizione di utilizzare il Tocilizumab, farmaco anti artrite reumatoide, per contrastare le polmoniti dovute a Covid 19. Intuizione che finora ha dato esiti positivi su molti pazienti trattati, che sono riusciti ad essere stubati: il 70% dei pazienti sottoposti alla cura è guarito. "La costituzione di una unità interaziendale arriva a suggellare le attività scientifiche messe in campo nei primi giorni di emergenza da Covid 19", ha spiegato Maurizio De Mauro, direttore generale dell'Azienda dei Colli, in una nota stampa "ed è la prova che la multidisciplinarietà e l'unione tra realtà differenti è la strada vincente".

Fonte: Ansa

Condividi su:



Articoli Correlati