15 aprile 2020

La Danimarca riapre le scuole di ogni ordine e grado, è il primo paese in Europa pronto allo squillo della campanella

È trascorso appena un mese da quando il governo centrale danese ha imposto la chiusura del paese per l'emergenza coronavirus. Ora, a 31 giorni di distanza, la Danimarca ha riaperto stamattina asili nido, scuole materne ed elementari, affermandosi come primo Paese in Europa a farlo. Certo, le restrizioni ci sono perché resteranno chiuse le medie e i licei che riapriranno il 10 maggio, ad eccezione degli ultimi due anni di corso.

Ecco come cambia il modello scuola dopo l’emergenza

Il rientro in classe avviene seguendo misure di sicurezza sanitaria come la distanza di due metri tra i banchi e la ricreazione a piccoli gruppi. Tuttavia, le lezioni sono ricominciate solo nella metà dei comuni danesi e nel 35% degli istituti di Copenaghen, mentre gli altri hanno chiesto più tempo per adeguarsi alle misure in vigore. Tutte le scuole primarie saranno comunque aperte entro il 20 aprile.

I genitori non vogliono il rientro a scuola

Preoccupati dal rischio di contagio, alcuni genitori hanno lanciato una petizione, che ha raggiunto 18 mila firme, per tenere chiuse le scuole, mentre in molti sceglieranno autonomamente di non mandare i figli tra i banchi. La Danimarca registra circa 6.700 casi di contagio dall'inizio dell'epidemia e 299 vittime.

In Italia l’anno scolastico è già finito

"Personalmente penso che si possa fare una riflessione per posporre la riapertura delle scuole al prossimo anno". Lo ha affermato il presidente del Consiglio superiore di sanità (Css), Franco Locatelli, intervenuto a 'Che tempo che fa' su Rai2. Ma la decisione, ha precisato, "spetta al governo. Quello che mi preoccupa di più al momento - ha avvertito - è se si abbandonano i comportamenti individuali che ci hanno portato a limitare il numero dei ricoverati e ridurre il numero dei morti. Se chiudere le attività produttive e attuare il distanziamento sociale e la limitazione delle libertà personali è stato doloroso, riaprire senza che il Paese torni nell'emergenza è un'operazione delicata".

Condividi su:



Articoli Correlati