13 aprile 2020

Funzioni religiose illegali, boom di assembramenti nelle chiese della Campania: scattano denunce e multe

Sono due gli episodi religiosi finiti al vaglio delle forze dell’ordine in questi giorni, e in entrambi casi si tratta di assembramenti spregiudicati. Nel primo caso, verificatosi a Scafati, nella chiesa Santa Maria delle Vergini, sono stati sorpresi dai carabinieri una trentina di fedeli mentre pregavano. Ci sono stati anche momenti di tensione perché i fedeli si erano quasi barricati all’interno della chiesa.

Sono dovute intervenire ben quattro pattuglie dei carabinieri arrivate anche dal comando territoriale di Nocera: i fedeli sono stati fatti uscire a gruppi di cinque e accompagnati alle rispettive abitazioni. Per loro scatterà la denuncia e la messa in quarantena.

Mentre nel secondo caso, avvenuto a Sant’Anastasia, circa 30 "fujenti" (devoti alla Vergine dell'Arco) hanno sfidato l'ordinanza del Governatore della Campania Vincenzo De Luca per partecipare alla tradizionale processione della Madonna dell'Arco. Questa notte - come riportato dal Fatto Vesuviano - si sono recati a piedi nudi sul Santuario, a Sant'Anastasia. Qui hanno trovato le forze dell'ordine che avevano disposto controlli proprio per far rispettare l'ordinanza. I 30 sono stati multati, denunciati e rispediti alle proprie abitazioni.

Condividi su:



Articoli Correlati