08 aprile 2020

Wuhan, la fine dell’incubo: oggi si è conclusa la quarantena più lunga della storia: si torna in strada dopo 76 giorni

Alla mezzanotte dell’8 aprile, dopo 76 giorni, è ufficialmente finita la quarantena di Wuhan, città cinese in cui era iniziata l’epidemia da coronavirus (SARS-CoV-2), che finora ha causato più di 80mila morti in tutto il mondo. La quarantena era iniziata a Wuhan, che si trova nella provincia di Hubei, lo scorso 23 gennaio, e nei giorni successivi le misure erano state estese progressivamente anche al resto della provincia e a diverse zone del paese.

La quarantena di Wuhan è stata una misura senza precedenti nella storia, replicata successivamente in parte dall’Italia e da decine di altri paesi in tutto il mondo. Una città da 11 milioni di abitanti è stata completamente chiusa al mondo esterno: nessuno poteva entrare, nessuno poteva uscire, gli spostamenti all’interno della città erano stati progressivamente limitati fino al completo divieto di usare i mezzi privati.

Dall’8 aprile a Wuhan è ripreso il trasporto pubblico e ed è ora possibile lasciare sia la città che la provincia. La decisione di riaprire la città è stata presa dopo che nelle scorse settimane i casi di contagio in Cina e in particolare nell’Hubei erano gradualmente diminuiti: martedì, per la prima volta da quando le autorità rendono noti i dati sul contagio da coronavirus, non sono stati registrati nuovi decessi a causa del virus. Ad oggi in Cina sono stati rilevati in tutto 83mila casi di contagio e circa 3.300 morti, quasi tutti avvenuti proprio nella provincia di Hubei. I numeri reali, sostengono molti, potrebbero però essere parecchio più alti.

Condividi su:



Articoli Correlati