04 aprile 2020

L'Istituto Zooprofilattico di Portici scende in campo per la lotta al coronavirus, boom di tamponi

Si lavora senza orari all'Istituto Zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno per sviluppare i test di positività al Covid-19. L' Istituto ha messo a disposizione la struttura, nel parco della Reggia borbonica di Portici, dal 25 marzo per il processamento dei test delle Asl Na 1 e Na 3.

A ieri, 3.193 i tamponi sviluppati,493 i positivi. Percentuali alte perchè qui sono confluiti i test di residenze per anziani e Case di cura di S. Anastasia, (Napoli), Villa Margherita (Benevento) e del Centro Minerva di Ariano Irpino (Avellino), dove ci sono stati numerosi contagi e morti.

"Il nostro personale, 36 unità, si è offerto volontariamente - dice il direttore, Antonio Limone - diamo il nostro contributo allo sforzo organizzativo che la Regione, con il presidente De Luca, ha messo in piedi tra le istituzioni pubbliche". I reagenti chimici scarseggiano anche da voi? "No. Ci siamo organizzati per tempo ed abbiamo avvertito le ditte che avremmo tenuto conto del loro comportamento per gli ordinativi futuri".

Tuttavia, questa non è l'unica eccellenza di Portici impegnata nella lotta al coronavirus. Infatti, anche il centro richerhce Enea ha messo a disposzione uno dei più potenti computer d’Italia e del mondo che sarà a disposizione della ricerca scientifica pubblica e privata impegnata contro il coronavirus. Lo annuncia in una nota l’ Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile (Enea).

Il super computer si chiama CRESCO6 ed è operativo presso il Centro ENEA di Portici (NA). L’infrastruttura HPC CRESCO6 è in grado di effettuare fino a 1,4 milioni di miliardi di operazioni matematiche al secondo e attualmente, informa la nota, è già a disposizione del team di  ricercatori dell’Università di Firenze, coordinato dal prof. Piero Procacci, che si sta occupando di un processo per bloccare alla radice il meccanismo di replicazione del Covid-19. HPC CRESCO6, sottolinea l’Enea, è stato inserito dal 2018 nella TOP500, la classifica dei primi 500 supercomputer mondiali, e l'ingresso al 420° posto è stato annunciato al SuperComputing 2018 di Dallas, la principale conferenza nel campo del calcolo scientifico.

Condividi su:



Articoli Correlati