02 aprile 2020

Mascherine scadenti agli Ordini dei Medici: arrivano le scuse del commissario Arcuri

Lo stesso commissario della protezione civile Domenico Arcuri ha dovuto richiamare le 620mila mascherine destinate all’Ordine dei Medici. Anche se sulle buste c’era scritto FFP2 (è la sigla delle mascherine che proteggono dal virus), in realtà “Non sono dispositivi autorizzati per l’uso sanitario dalla Protezione Civile”. Lo ha raccontato ieri Filippo Anelli, presidente della federazione degli Ordini dei medici, rendendo pubblica la lettera di scuse ricevuta dallo stesso Arcuri.

Appena arrivati i pacchi alle sedi regionali dell’Ordine, ha raccontato Anelli, “Abbiamo subito contattato la Protezione Civile, che, dopo ulteriori e approfondite indagini, ci ha confermato che il materiale non era conforme a quello ordinato”. “Ci sono arrivate praticamente delle mascherine anti-polvere”, ha confermato Antonio Magi, presidente dell’Ordine di Roma. “Apprendiamo tra l’altro solo oggi che il materiale era stato donato e non era quello acquistato per gli Ordini” sottolinea Anelli.

E il capo dipartimento Angelo Borrelli conferma: “Le mascherine erano state donate all’Italia dalla Cina tramite la nostra ambasciata di Pechino ma per un errore sono state consegnate ai medici anziché alla collettività”.

Non credo che qualcuno pensi che proteggere operatori sanitari non sia prioritario ma cose così fanno cadere le braccia”, ha ribadito Anelli. “E ora siamo in attesa delle mascherine giuste. Ci hanno assicurato che nel giro di qualche giorno provvederanno”.  Così, dopo la figuraccia, Arcuri ha promesso maggiore attenzione: “Da oggi, d’intesa con Angelo Borrelli, le forniture oggetto di donazioni verranno sottoposte ad un controllo a campione, per essere certi della corrispondenza tra bolla di consegna, indicazioni stampate sulla confezione e prodotti donati”, ha scritto nella lettera inviata a Anelli, “Sulla base del quadro degli approvvigionamenti saremo certamente in grado di rifornirvi entro questa settimana”.

Insomma, per un “errore” di consegna, la Protezione Civile ha inviato all’Ordine dei Medici mascherine anti-polvere che, ovviamente non servono a proteggere i medici dal virus. Tuttavia, dopo il “misunderstanding” è già pronto un nuovo ordine, ma questa volta – hanno garantito Borrelli e Arcuri – si tratterà di mascherine adeguate alle esigenze.

Condividi su:



Articoli Correlati