31 marzo 2020

Covid-19, metà dei pazienti ancora contagiosa dopo 8 giorni dalla scomparsa dei sintomi

Un nuovo studio pubblicato sull’American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine evidenzia come pazienti positivi al Covid-19 - con sintomatologia lieve - siano ancora contagiosi fino a 8 giorni dopo la scomparsa dei sintomi.

Se hai manifestato una lieve sintomatologia respiratoria causata dal COVID-19 - avverte l'autore principale del lavoro Lixin Xie - estendi la tua quarantena per altre due settimane dalla scomparsa dei sintomi, per essere sicuro di non contagiare altre persone”.

La ricerca è stata condotta su 16 pazienti, per un’età media di 35 anni, positivi al nuovo coronavirus e con i tipici sintomi tra cui febbre, tosse e faringite. L’intero campione preso in esame ha avuto un tempo medi di incubazione di 5 giorni per poi manifestare i sintomi per circa 8 giorni. Dal momento della scomparsa di questi, nella metà dei pazienti il virus ha continuato a diffondersi (shedding virale) anche quando l’esito del campione era ormai negativo.

I pazienti con COVID-19 possono restare contagiosi anche dopo la scomparsa dei sintomi dell'infezione - conclude Xie - quindi bisogna trattare i pazienti divenuti asintomatici da poco con la stessa attenzione con cui si trattano i sintomatici”.

Lo studio è stato condotto dagli esperti del Treatment Center of PLA General Hospital a Pechino insieme a colleghi della Yale School of Medicine.

Fonte: ANSA


Redazione


Condividi su:



REGISTRATI SU:




SEGUICI SU:



TAG:



Articoli Correlati