30 marzo 2020

Ecco a voi #KillCovid: la campagna di donazione firmata Club Medici

Sono tante le iniziative di solidarietà in questa contorta e feroce fase storica che ci troviamo a vivere, e ce ne sono alcune che all’intenzione generosa e solidale aggiungono il sentimento. Decisioni ed iniziative messe in atto “di pancia” direi io, chiedendo in prestito una forma colloquiale che rende bene il concetto di quando una cosa è sentita con tutti i sensi.

25 anni fa nasceva il Club Medici, un’Associazione che dei medici si prende cura da sempre, offrendo opportunità e soluzioni. E che a loro ha dedicato una professione, risorse, energia... una vita. Come non sentirsi coinvolti? Nell’ambito di un progetto ampio e virtuoso, fortemente voluto dalla Presidenza a seguito dell’imperversare della pandemìa, il 24 marzo sono già stati versati i primi 10.000 euro all’Ospedale Giovanni XXIII di Bergamo, una delle città maggiormente afflitta dal contagio.

Un progetto, e non una singola donazione. Una campagna continuativa, questa la volontà. Difatti per ogni nuova iscrizione o rinnovo all’Associazione, una parte verrà destinata agli ospedali, individuati per criteri di maggiore necessità e di mese in mese, per fronteggiare l’emergenza coronavirus. Commenta il Presidente Vincenzo Pezzuti: “Nella piena proiezione della volontà associativa, da sempre forza di Club Medici, abbiamo scelto di organizzare una campagna che sia un sostegno continuativo, che ci dia la possibilità di garantire per tutto il tempo dell’emergenza il nostro contributo ma di riflesso anche quello dei nostri soci. È questa la sfida che pensiamo si possa vincere. Nel nostro stile: INSIEME”.

Siamo certi che gli iscritti all’Associazione accoglieranno con entusiasmo e convinzione questa nuova e straordinaria azione di responsabilità sociale del Club, che si innesta su un filone già tracciato dai progetti di Biblioteca in Ospedale e Cultura è Salute. 

"La solidarietà del genere umano non è solo un segno bello e nobile, ma una necessità pressante, un ‘essere o non essere’, una questione di vita o di morte". (Immanuel Kant)

 

 

 

Condividi su:



Articoli Correlati