27 marzo 2020

Coronavirus. Boris Johnson è positivo al test, in isolamento continuerà a guidare il paese

Aveva detto: “Preparatevi a perdere i vostri cari”, annunciando che l’Inghilterra non avrebbe assolutamente mosso un dito per fermare i contagi da coronavirus e appellandosi alla teoria dell’immunità di gregge (le persone più forti acquisiranno l’immunità, le più deboli moriranno), salvo poi fare marcia indietro e dichiarare una “semi-quarantena” anche per l’Inghilterra.

È appena divenuta pubblica la notizia che Boris Johnson, primo ministro inglese, è risultato positivo al test per il coronavirus: “Sono in autoisolamento – avrebbe detto – ma continuerò a guidare la risposta del governo, in videoconferenza, nella lotta a questo virus”.

Mercoledì Johnson era stato in Parlamento per una sessione settimanale di domande e risposte e già da giovedì erano comparsi i primi sintomi. Non si sa quali siano le condizioni della compagna, Carrie Symonds, incinta.

Qualche giorno fa era stato diagnosticato il Covid-19 anche al principe Carlo, figlio della Regina Elisabetta.

Condividi su:



Articoli Correlati