27 marzo 2020

Raid choc al Loreto Mare, ladri rubano mascherine e portafogli degli infermieri nel cuore della notte

Un vile raid è stato messo a segno l'altra notte al Loreto Mare. Nel mirino dei delinquenti sono finite le mascherine chirurgiche, tute, camici e anche oggetti personali: portafogli e addirittura orologi dei sanitari in servizio. Il colpo è avvenuto dii notte, al pian terreno del Covid-Loreto, negli spogliatoi degli infermieri. Si tratta di furto imprevedibile, messo a segno da balordi probabilmente intenzionati a impadronirsi di materiale specifico anti-Covid e oggetti di valore presenti nella struttura sanitaria.

A lanciare l’allarme sono stati gli stessi infermieri che durante il cambio turno, si sono accorti degli armadietti scassinati. Immediatamente è scattata la segnalazione alle forze dell’ordine e ora sulla vicenda stanno indagando i poliziotti del locale commissariato: secondo una prima ricostruzione dei fatti, si tratta di un raid con pochi danni economici, ma in gradi di suscitare tanta rabbia e indignazione.

Quando si è verificato il furto al Covid-Loreto erano ricoverati otto pazienti in rianimazione, trasferiti da altri ospedali con diagnosi di certezza.  All'appello per riempire il reparto – adeguato ad hoc per fronteggiare l’emergenza - mancano ancora due posti letto. Al completo invece il primo piano appena ristrutturato: accoglie 10 pazienti Covid in buone condizioni. Le camere, singole o a due letti, sono state riallestite grazie all'impegno di 75 operai che hanno lavorato giorno e notte, trasformando le vecchie corsie del Loreto in un centro specializzato per il coronavirus.

Condividi su:



Articoli Correlati