26 marzo 2020

Italia lotta contro il virus: Governo stanzia altri 25 miliardi per economia, De Luca blinda Campania in autonomia

Giuseppe Conte si è presentato in Senato per un ragguaglio sugli interventi del governo di contrasto alla diffusione dell'epidemia. Un discorso di circa un'ora, tenutosi giovedì mattina a palazzo Madama, nel quale ha promesso una collaborazione ancora più stretta tra maggioranza e opposizione per la stesura del prossimo decreto economico, quello di aprile. E chi finora lo ha criticato, oggi depone le armi. 

Conte al Senato

"Bisogna operare concretamente", affinché il ricordo del sacrificio del personale sanitario in lotta contro il coronavirus "non si perda", ha esordito il premier ripercorrendo le tappe dell'emergenza con i provvedimenti varati dall'esecutivo, e ha poi aggiunto: "Tutti potranno giudicare il nostro operato. Ma ora è il momento dell'azione e della responsabilità. Abbiamo agito prima di qualunque altro Paese e la nostra battaglia non conosce confini". Conte ha ribadito, come già ieri a Montecitorio, che il Dl del prossimo mese punta a destinare una somma totale, "non inferiore a 50 miliardi di euro" a famiglia, imprese e lavoratori, ribadendo il suo favore per "lo strumento dei Covid-bond". Ha poi chiarito che, "la collocazione geopolitica dell'Italia non può essere condizionata dagli aiuti" riguardanti l'emergenza.

De Luca blinda la Campania in autonomia

Nel frattempo lo “sceriffo” ha prorogato la quarantena della Campania in piena autonomia, ribadendo che la situazione è gravissima e per questo motivo, non si potrà uscire dalle proprie abitazioni, residenza, domicilio o dimora nella quale ci si trovi fino al prossimo 14 aprile.  Così, con un’ordinanza pubblicata sul Burc, il presidente, Vincenzo De Luca, ha prorogato fino al 14 aprile 2020 su tutto il territorio regionale i divieti in corso per il contenimento del Coronavirus. 

Sono ammessi esclusivamente spostamenti temporanei e individuali, “Motivati da comprovate esigenze lavorative per le attività consentite, ovvero per situazioni di necessità o motivi di salute. È consentita la presenza di un accompagnatore nel caso di spostamento per motivi di salute, se lo stato di salute del paziente ne imponga la necessità – recita l’ultima ordinanza -. Non è consentita l'attività sportiva, ludica o ricreativa all'aperto in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Per i trasgressori è previsto l'obbligo di segnalazione al Dipartimento di prevenzione dell'Asl e la misura dell'isolamento fiduciario nella propria abitazione per 14 giorni, con obbligo di rimanere raggiungibili per ogni eventuale attività di sorveglianza”.

Condividi su:



Articoli Correlati