26 marzo 2020

Un miracolo ai tempi del coronavirus, nasce una bambina dopo sette anni e mezzo nel paese più piccolo d’Italia

Che sia un segno del destino oppure no, ogni tanto una boccata d’aria ci vuole in questo momento estremamente difficile. La buona notizia arriva direttamente da uno dei paesi più piccoli d’Italia, Moncenisio, dove dopo 7 anni e mezzo dall’ultima nascita, è arrivata al mondo Aurora: “Un raggio di sole nella tempesta, un segnalare che l’Italia ce la farà”, hanno ribadito entusiasti i residenti del minuscolo comune.  

Aurora Maria pesa tre chili e mezzo ed è il raggio di luce che ha illuminato Moncenisio, il secondo più piccolo comune d'Italia, al confine della Francia che, dato Istat 2019, prima della sua nascita registrava 39 abitanti. E da sette anni non vedeva nascere un bambino.

Aurora, è già diventata un simbolo di speranza in un momento difficile in cui tutto il Paese sta combattendo l'emergenza Coronavirus: è nata martedì notte, intorno alle 2, nel giorno del 37esimo compleanno di suo padre Enrico. "È stato il mio regalo", dice sorridendo su Facebook. È venuta alla luce all'ospedale di Rivoli.

"È una bellissima bambina che rappresenta un avvenimento particolarmente felice per la famiglia e per tutto il nostro paese. Un segno di vitalità di Moncenisio - sottolinea il sindaco Mauro Carena - e una grande gioia in un momento in cui abbiamo ancor più bisogno di raccontare cose belle. Un bel segnale che si inserisce in un progetto che c'è per il nostro Comune, una realtà vera specie oggi dove si sta riscoprendo la natura".

Condividi su:



Articoli Correlati