23 marzo 2020

Terremoto Croazia: gli Ultras della Dinamo Zagabria salvano incubatrici dai reparti di maternità

La Croazia, in piena emergenza coronavirus (il paese è in lockdown, come l’Italia, per affrontare la pandemia con 235 persone contagiate), si è dovuta confrontare ieri nelle prime ore del mattino con due scosse di magnitudo 5.4 e 4.6 che hanno colpito la capitale Zagabria.

Il terremoto ha provocato danni a strutture cittadine, palazzi i cui calcinacci hanno colpito le auto parcheggiate in strada, come mostrano le immagini pubblicate sui social dai cittadini croati. Anche la cattedrale di Zagabria, uno dei simboli più conosciuti nella capitale, è stata gravemente danneggiata: una delle guglie è parzialmente crollata sul tetto della sede arcivescovile.

Colpiti anche gli ospedali

I pazienti ricoverati si sono riversati nelle strade terrorizzati. Toccanti le immagini di alcune neomamme di un ospedale materno-infantile che con i loro piccoli in braccio sono corse fuori. 

A correre in soccorso della cittadinanza, tra i tanti, sono stati anche gli ultras della Dinamo Zagabria, i “Bad Blue Boys”, che fianco a fianco con l’esercito hanno portato in salvo le incubatrici del reparto maternità dell’University Hospital Centre in Petrova.

E non è tutto. Nonostante non siano famosi per la loro magnanimità e delicatezza, i tifosi sfegatati erano già scesi in campo negli scorsi giorni a supporto della cittadinanza nella preparazione alla lotta al Covid-19 contribuendo all’evacuazione a al trasferimento dell’ospedale Clinica Dubrava in cui era scoppiato un focolaio del coronavirus.

A scattare le foto e il video dell’intervento, la giornalista Dea Redžić che ha condiviso un post nella sua pagina Facebook con scritto “Nessuna Resa”.

Condividi su:



Articoli Correlati