14 marzo 2020

Il Pronto Soccorso dell'Ospedale del Mare di Napoli chiuso a causa Coronavirus, primario infettato

Una notizia che ha sconvolto il personale sanitario e ha ancora una volta evidenziato il rischio che corrono in questo delicato momento gli operatori sanitari. Infatti, il primario dell'Ospedale del Mare, è stato trovato positivo al Covid-19. A riferire la notizia è stato il direttore generale dell'Asl Napoli 1 Centro, Ciro Verdoliva, in una comunicazione indirizzata, tra gli altri, anche al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca: “Si è resa necessaria la chiusura del Pronto Soccorso dell'Ospedale del Mare a partire dalle ore 22 di questa sera, e fino alle 8 di domani, sabato 14 marzo, per consentire le opportune operazioni di sanificazione degli ambienti”. Dunque, con queste parole l’Asl ha annunciato l’interruzione del servizio a causa del coronavirus.

Tuttavia, quello dei medici contagiati non è un problema che riguarda solo l’Ospedale del Mare. Anzi, si potrebbe dire che è l’ennesima volta che un “eroe in camice bianco” si infetta, con la conseguenza, seppure temporanea, della chiusura dei Pronto Soccorso. È il caso, ad esempio, dell'ospedale Cardarelli, sempre a Napoli, il cui Pronto Soccorso è rimasto chiuso qualche giorno fa perché, anche in quell'occasione il primario era risultato positivo al Coronavirus. La stessa cosa è accaduta all'ospedale di Boscoreale, nella provincia di Napoli, dove ci sono stati due contagi da Covid-19: Pronto Soccorso chiuso per la sanificazione. O, ancora, è il caso del Pronto Soccorso dell'ospedale Santa Maria della Pietà di Nola, ancora nella provincia di Napoli, chiuso dopo la morte di una donna di 81 anni a causa del coronavirus.

Condividi su:



Articoli Correlati