14 marzo 2020

Regione Campania, nuova stretta sulla sanità pubblica e privata: ricoveri solo se urgenti

L’ultima “serrata” che arriva dalla Direzione generale per la tutela della salute della Regione, riguarda strettamente i presidi ospedalieri pubblici e privati. Infatti, in una nota trasmessa dalla Direzione, si evince che i ricoveri fino al prossimo 6 aprile, nelle varie strutture sanitarie, private e non, saranno solo di carattere urgente. Ovvero, tutte le visite già programmate come ad esempio quelle relative a piccoli interventi, sono sospese. Tra questi anche gli interventi chirurgici di “codice verde”. Questa nuova disposizione – necessaria per contenere l’epidemia e per lasciare priorità agli ammalati da Covid-19 – esclude una sola categoria e si tratta dei ricoveri per pazienti onco-ematologici medici e chirurgici.

A tutti i direttori generali e commissari straordinari delle Asl e delle Aziende Ospedaliere della Campania, la Direzione generale per la tutela della salute della Regione, ha inviato la seguente nota: “Sono sospesi fino al 6 aprile prossimo i ricoveri programmati sia medici che chirurgici presso le strutture ospedaliere pubbliche, private accreditate e gli ospedali classificati. Possono essere effettuati solo ricoveri con carattere d'urgenza, non differibili. La sospensione è valida per tutti i ricoveri programmati ad eccezione dei ricoveri per pazienti onco-ematologici medici e chirurgici. Tale sospensione vale anche per tutte le attività in libera professione intramoenia".

Dunque, anche sulla sanità arriva una vera e propria stretta ed eventuali medici che dovessero essere “pizzicati” a infrangere il divieto in strutture private e pubbliche, saranno soggetti a sanzioni e denunce penali come prevede la normativa regionale.

Condividi su:



Articoli Correlati