13 marzo 2020

Festino a base di alcol e droga: 4 denunciati a Salerno, tra loro un operatore sanitario

Ce lo aspettavamo, certo. L’accorato appello di Conte, la chiamata al buon senso e al rispetto reciproco non avrebbe potuto convincere proprio tutti. Tuttavia, che a venir denunciato fosse un operatore sociosanitario - insieme ad altri tre ragazzi dai 22 ai 26 anni - per aver organizzato un “festino” a base di alcol e droga, fa pensare.

È quanto accaduto nella serata di ieri in una ex struttura ricettiva di Casalbuono, nel salernitano. I quattro studenti sono stati scoperti e denunciati per inosservanza delle misure di contenimento e prevenzione dell’emergenza coronavirus e segnalati alla prefettura di Salerno per uso personale di sostanze stupefacenti.

Controlli a tappeto in tutto lo stivale

Oltre 100 mila persone controllate e 2.162 denunce, e quasi 20 mila negozi e 113 titolari denunciati.

C’è chi ha presentato autocertificazioni fasulle, chi ha deciso di attraversare interi comuni in bicicletta, chi è stato sorpreso a guidare senza aver mai preso la patente, chi aveva “urgente” bisogno di incontrare la propria fidanzata, ma non solo.

Le denunce fioccano, ma i cittadini sono confusi. “Non possiamo neppure uscire a fare una passeggiata?”. No, a quanto pare. È fortemente sconsigliato, dato che le uscite in compagnia, o comunque la permanenza prolungata su suolo pubblico, potrebbero costituire un rischio.

Il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, in un’intervista rilasciata a il Corriere della Sera, ha annunciato che il Governo potrebbe decidere di adottare misure ancora più drastiche. “Non possiamo comportarci come se nulla fosse accaduto, ignorando le minime precauzioni e raccomandazioni. Le uscite in compagnia e la permanenza prolungata all'aperto costituiscono situazioni di rischio che devono essere evitate”.

Non si tratta solo di imporre un divieto ai cittadini – ha continuato il ministro -, ma di informare e di convincere gli italiani che i comportamenti superficiali possono, soprattutto in questa fase difficile di contenimento del coronavirus, provocare danni gravissimi per la salute pubblica”.

 

Fonte: TgCom24

Condividi su:



Articoli Correlati