12 marzo 2020

Emergenza sangue al Cardarelli: "Se non donerete, domani non potrò alzarmi dal letto"

È emergenza sangue anche all’ospedale Cardarelli di Napoli. Il coronavirus in Italia non ha generato solo caos e timori, ma anche scompiglio nei reparti ospedalieri dedicati alle trasfusioni di sangue.

Di sangue ce ne è bisogno sempre - scrive l’azienda ospedaliera in una nota -. Donare il sangue non espone ad alcun rischio di prendere il coronavirus”.

Come se ci fosse bisogno di specificarlo… ma evidentemente è così. Donazioni pari allo zero, ma le istituzioni non lo hanno vietato. “Chi è in buona salute doni”, chiedono a gran voce dal Cardarelli e rassicurano anche sulle modalità: "Per chi volesse donare, Padiglione E piano terra, ingresso laterale solo per i donatori. Per donare non si viene a contatto con nessun degente e con nessun ambiente dell'ospedale".

Interviene a questo punto anche un paziente affetto da talassemia e lancia il suo appello:

"Ciao ragazzi so che questa è una situazione abbastanza “paurosa” e pericolosa. Ma vi chiedo sola una cosa, o almeno la chiedo a chi può. So che avete paura,ma questo è un momento veramente critico in ospedale. In questo periodo, molto più che in altri, c’è una grande carenza di sangue.

Sono veramente poche le donazioni.

Le persone non vanno a donare per paura di contrarre il virus io non le biasimo, perché anche io avrei paura, tanta. Ma questo è un momento in cui io, noi, abbiamo bisogno di aiuto. Ho bisogno del vostro aiuto. Domani andrò in ospedale a fare la trasfusione, ma non so se me la faranno, perché appunto, il sangue manca. Potrei essere rimandato a casa e sentirmi dire che FORSE farò la trasfusione un altro giorno. Se domani non dovessi farla, la mia emoglobina si abbasserà ancora di più.

Non avrò forze neanche per alzarmi dal letto.

Non solo io, vale anche per tutti i talassemici del mio reparto. Abbiamo paura di essere rimandati a casa. Vi chiedo, solo se ve la sentite, di andare al Cardarelli a donare, oltre alla possibilità di aiutare molte persone, aiuterete anche me, e io ve ne sarò grato a vita. Questo piccolo gesto significa tanto per noi. Significa tanto per me e per mia madre. Mettetevi la mascherina, guanti, prendete le giuste precauzioni se andare a donare. Capisco la paura, ma questo è un momento in cui io ho bisogno di voi, NOI abbiamo bisogno di voi. Diffondete questo messaggio ai vostri parenti maggiorenni, ai vostri amici, a chiunque. Spero che questa situazione passi il più in fretta possibile, così potrò abbracciarvi tutti. Vi voglio bene".


 

Condividi su:



Articoli Correlati