12 marzo 2020

Raccolta fondi per il Cotugno di Napoli organizzata da due studenti di medicina: ecco come partecipare

È iniziato tutto con la raccolta fondi organizzata dai coniugi Ferragnez che sono riusciti a raccogliere più di 3 milioni di euro in sole 24 ore. E così – come il battito d'ali di una farfalla che può provocare un tornado dall'altra parte del mondo – le buone azioni non si sono più fermate.

Tanti ospedali impegnati nell’emergenza Covid-19, uno dopo l’altro, hanno visto venire alla luce raccolte fondi sulla piattaforma di crowdfunding GoFundMe, e tra questi anche l’ospedale Cotugno di Napoli che, con la collaborazione dell’ospedale Pascale, sta mettendo a punto una terapia sperimentale per contrastare i sintomi più devastanti del nuovo coronavirus.

A farla partire, lunedì 9 marzo, sono stati due studenti iscritti al sesto anno di medicina, Federica De Masi e Alessandro Ruggiero. Da studenti guardavano inermi i loro professori ed ex colleghi affannarsi in turni massacranti per garantire un servizio ottimale all’intera cittadinanza.

Così, seguendo l’esempio di Chiara e Fedez, hanno avviato la raccolta fondi destinata all’Azienda Ospedaliera dei Colli con specifico riferimento al Centro di Malattie infettive Cotugno, grazie all’aiuto di un notaio, Dino Falconio, e il diretto contatto con il Direttore Amministrativo dell’A.O. dei Colli, Giovanni De Masi.

Ho 23 anni, e da futuro medico quale (spero) sarò, non potevo permettermi di non fare niente in questa situazione.
Non siamo in Lombardia, nel nord Italia, siamo in Campania, e come racconto dobbiamo fare in modo da sostenerci, perché non abbiamo né i materiali né le attrezzature a sufficienza per contrastare quest'epidemia oggi giorno.
Facciamo qualcosa e rendiamoci utili”, ha scritto Federica.

Ecco dove e come donare: Diamo una mano al Cotugno di Napoli-covid19 

Condividi su:



Articoli Correlati