09 marzo 2020

Aborto shock sui social: le immagini che hanno indignato il web

Ancora una volta dobbiamo raccontare una storia di follia “2.0”, provocata da un uso sconsiderato dei social media. Perché il video che ha indignato il mondo – postato successivamente anche dal Daily Mail – ritrae una giovane teenager americana che, a ritmo di musica, filma il suo aborto su uno dei social più utilizzati al momento, Tik Tok.  

Il titolo del video-scandalo, successivamente rimosso dall’autrice, è ''Abortion time, take 2''. Il caso ovviamente ha fatto discutere, finendo al centro di un dibattito globale diventato drammaticamente virale. Il video mostrava la ragazza mentre si preparava davanti allo specchio, si passava un fazzolettino sugli occhi come a voler mimare un pianto, mentre un'amica mostrava il test di gravidanza positivo.

Poi, la giovane autrice del video mostra la sua pancia, lievemente arrotondata. E l'inquadratura si sposta in auto, in viaggio verso il Planned Parenthood - Pasadena Health Center in California, dove la protagonista si sarebbe sottoposta all'interruzione volontaria di gravidanza. La cosa scioccante? La ragazza ride. Non sta mostrando una procedura medica ai suoi follower, non punta a sensibilizzare l’opinione pubblica sul delicato tema dell’aborto. Per lei si tratta probabilmente di un gioco, di un riflettore puntato per raggiungere quei 15 minuti di fama descritti da Andy Warhol.

Infine, la videocamera entra nella sala d'attesa: c'è un'altra coppia, lei con il capo poggiato sulla spalla di lui. La teenager protagonista del video sente musica, balla e fa smorfie. Scorrono i sottotitoli: "Ci sono due stati d'animo con cui si vive l'aborto”, è il testo. Il video si conclude con la ragazza stesa sulla poltroncina per la visita e l'ecografia. Il tutto confezionato con tanto di colonna sonora in sottofondo, come per tutti i video postati su TikTok.

La clip ha fatto discutere. È stata condivisa prima da Lila Rose, presidente di un gruppo pro-vita, Live Action, che ha stigmatizzato il video e l'atteggiamento della teenager chiedendo di "pregare per lei". L'account Twitter con cui la donna ha condiviso il video della ragazzina peraltro le è stato anche bloccato, come riferisce lei stessa.

Condividi su:



Articoli Correlati