05 marzo 2020

Potenziamento urgente del 118: impegno al Governo approvato in Senato

In questo momento di grande emergenza sanitaria nazionale che vede lo Stato, con il Sistema Sanitario Nazionale, impegnato nella sfida più strenua di difendere la salute della popolazione intera del Paese dalla minaccia di giorno in giorno più severa rappresentata dalla infezione dovuta al Covid-19, emerge in tutta la sua evidenza quanto sostenuto da anni:

l'importanza assoluta di prevedere, da parte del legislatore, un potenziamento rilevante e più urgente possibile del Sistema di Emergenza Territoriale 118 (SET 118) nazionale, le cui Centrali Operative, l'intero parco mezzi di soccorso e il personale medico-infermieristico e autista-soccorritore, si avvicendano, senza sosta, h 24, in tutte le regioni, nel far fronte all'elevata complessità gestionale specifica non solo inerente i casi sospetti di infezione da Covid-19 quanto, ancor più, correlata al carico di lavoro complessivo enormemente aumentato rispetto ai quadri normali di operatività, in un crescendo esponenziale di richiesta prestazionale che - a livello territoriale - vede ormai, da alcune settimane, concentrarsi sul 118 la quasi totalità di richieste di soccorso dell'utenza nazionale, anche per situazioni acute minori.

Recepito l'autorevole impegno in prima persona del ministro della Salute Roberto Speranza, a varare quanto prima una riforma legislativa del Sistema 118 nazionale, ringraziamo quest'oggi, sentitamente, la senatrice Maria Domenica Castellone, del Movimento 5 Stelle, per aver presentato al Governo, ricevendo piena approvazione alle votazioni d'aula, l'ordine del giorno n°G1.201 al DDL n°1741, in cui viene chiesto espressamente, motivando in dettaglio proprio alla luce di questo vero e proprio "dramma sanitario nazionale", il potenziamento più concreto e più strategico del Sistema 118 nazionale.

Il Governo viene impegnato in modo stringente su temi cruciali, assolutamente determinanti rispetto alle esigenze più sfidanti proprie dei vari scenari emergenziali, quali:

- implementazione di presidi, equipaggi e mezzi per il Sistema 118 nazionale;
- proroga dei contratti medico-infermieristici a tempo determinato in scadenza per il SET 118;
- reclutamento di ulteriori unità di personale sanitario, medico ed infermieristico, mediante scorrimento delle graduatorie già in essere per il SET 118;
- sostituzione nel SET 118 dei volontari con personale strutturato in ragione dell'elevato rischio biologico correlato;
- implementazione dei posti letto nelle unità operative di Medicina di Urgenza e di Terapia Intensiva, particolarmente nelle strutture sanitarie dei territori maggiormente impegnati nella gestione dei focolai epidemici da Covid-19.

Mario Balzanelli
Presidente Nazionale

Comunicato stampa Società Italiana Sistema 118
 

 


Redazione


Condividi su:



REGISTRATI SU:




SEGUICI SU:



TAG:



Articoli Correlati