02 marzo 2020

Contagiato l'assessore regionale della Lombardia, agli anziani chiesto di non lasciare le abitazioni

L’assessore della Regione Lombardia, Alessandro Mattinzoli, è risultato positivo al test del coronavirus. Il responsabile per le Attività produttive della giunta regionale è stato ricoverato. “Il collega assessore Alessandro Mattinzoli è risultato positivo al coronavirus, pertanto, come previsto per gli operatori dei servizi essenziali di pubblica utilità, tutta la giunta si sottoporrà ai test di accertamento. Per questo siamo stati costretti a rinviare la visita agli ospedali di Lodi, Codogno e Cremona.”

Lo riferiscono in una nota il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e l’Assessore al Welfare Giulio Gallera. “Una volta ottenuti gli esiti, attiveremo le procedure previste dai protocolli di Regione Lombardia, condivise con il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di sanità per i contatti diretti”, aggiunge l’assessore Gallera.

Dunque, il nuovo virus cinese ha infettato anche l’esponente della giunta regionale e non è escluso che altri membri della Regione non siano attualmente contagiati.

Intanto, cresce anche il numero delle vittime e dei contagiati totali in Italia: 1.700 infetti con 83 guariti e 41 decessi.

L'assessore Gallera stamattina aveva lanciato un appello a chi ha compiuto il 65esimo anno d’età: “Per le prossime 2-3 settimane uscite il meno possibile”. Un invito rivolto non solo ai pensionati ma diretto anche a chi è ancora pienamente dentro il mondo del lavoro come lo sono numerosi 65enni. "La patologia ha una grossa diffusione – ha osservato Gallera - ma il 50% la supera senza accorgersene e il 40% non ha gravi problemi. Però c'è un 10%, che è quello che va in terapia intensiva, e sono quasi tutte persone che hanno più di 65 anni. Quindi invito gli anziani a uscire il meno possibile nelle prossime due-tre settimane".

Condividi su:



Articoli Correlati