26 febbraio 2020

Tragedia a Pomigliano d'Arco, neonato muore in culla a causa di un rigurgito

L’ennesima tragedia nel napoletano riguarda un neonato di appena due mesi, trovato morto dalla mamma all'ora della poppata. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il neonato sarebbe morto per cause naturali, ovvero un rigurgito fatale lo avrebbe soffocato. Purtroppo – come hanno spiegato gli specialisti – decessi del genere non sono estremamente diffusi, ma quando per una fatalità si verificano, spesso sono causati da una cattiva digestione da parte del neonato, come nel tragico caso di Pomigliano D’Arco.  

La tragedia, capace di sconvolgere l’intera comunità locale, si è verificata martedì mattina in un appartamento della zona centrale di Pomigliano. Stando agli elementi raccolti dalle forze dell’ordine si tratterebbe di morte naturale, causata appunto da un rigurgito, come accertato anche dal medico legale giunto sul posto insieme ai carabinieri della locale stazione diretti dal comandante Domenico Giannini.

Insomma, per il piccolo di appena due mesi non è stata richiesta alcuna autopsia e già nella mattinata di oggi si sono svolti i funerali dell’angioletto volato in cielo troppo presto. Il piccolo era il secondo figlio della giovane coppia, che recentemente aveva coronato il loro amore. La comunità di Pomigliano D’Arco in queste ore si è unita al dolore della coppia e, affidati ai social, sono stati inoltrati numerosi messaggi di vicinanza e solidarietà.

Condividi su:



Articoli Correlati