25 febbraio 2020

Conte: "L'Italia è un Paese sicuro. Ecco come supereremo l'emergenza"

L'Italia è un Paese sicuro, un Paese in cui si può viaggiare normalmente. Esistono aree soggette a restrizioni, ma per quanto riguarda il resto del territorio nazionale, siamo un Paese più sicuro di tanti altri”. Lo ha detto poco fa il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nel corso della conferenza stampa della Protezione Civile.

Il Premier si è detto pienamente fiducioso nell’efficacia delle misure adottate dal Governo e dalle Regioni. “Il nostro sistema sanitario – ha detto Conte – è eccellente. Le nostre politiche di contenimento dell'epidemia sono di massimo rigore e ci garantiranno di limitare la diffusione del virus”.

Il Presidente del Consiglio ha annunciato la presentazione di una bozza di ordinanza che il Governo trasmetterà alle Regioni non ancora coinvolte dall’emergenza, in modo da assicurare la massima uniformità di comportamento in tutto il territorio nazionale. L’ordinanza divide il Paese secondo tre “linee di condotta”: la prima, quella molto rigida, già applicata nei Comuni considerati come “epicentro” dell’epidemia; la seconda, da applicare nelle aree circostanti, indirettamente coinvolte dal contagio; e infine il resto del territorio nazionale, dove non c'è motivo di applicare misure severe e restrittive.

In questa terza area, chiaramente la più vasta, il Governo non ritiene necessario limitare le attività produttive o prevedere la chiusura delle scuole. Lo stop riguarderà invece i viaggi di istruzione e altre attività non ancora precisate, definite da Conte “non strettamente necessarie”

“Stiamo varando misure anche allo scopo di mitigare l’impatto economico diretto del coronavirus – ha detto il Premier – Vogliamo lanciare ai cittadini un messaggio chiaro: tutte le forze del Paese riusciranno a dimostrare agli occhi del mondo come l’Italia sia in grado di uscire da un’emergenza a sanitaria a testa alta”.

Condividi su:



Articoli Correlati