10 febbraio 2020

Due milioni di euro allo Spallanzani nel 2020, lavori di ammodernamento dell’istituto

L’ospedale in prima linea nella lotta contro il nuovo coronavirus cinese riceverà una proroga annuale sul finanziamento di due milioni di euro che servirnno per ammodernare l’istituto, nello specifico per supportare l'attivazione e l'operatività dell'unità per alto isolamento dell'Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma.

Lo prevede un emendamento del decreto Milleproroghe approvato in commissione congiunta Affari costituzionali e Bilancio della Camera. L’emendamento, votato dai deputati, proroga il termine per il completamento dei lavori di ammodernamento dell'istituto, avviati sulla base di una ordinanza del presidente del Consiglio del 2010.

Dunque, l’ospedale che proprio nei giorni scorsi ha riscosso ancora più fama e notorietà, grazie allo straordinario lavoro degli specialisti che sono riusciti a isolare il nuovo coronavirus cinese, adesso avrà anche una ulteriore possibilità di utilizzare i finanziamenti per potenziare alcuni servizi importanti. Proprio come l’alto isolamento – un padiglione dedicato alle malattie infettive più pericolose, tra cui il virus cinese e la meningite – che sarà dunque potenziato già a partire da quest’anno.

L'ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma è stato inaugurato nel 1936 come presidio destinato alla prevenzione, diagnosi e cura delle malattie infettive, con una dotazione di 296 posti letto in 15 differenti padiglioni e in un'area di 134.000 metri quadrati.

Condividi su:



Articoli Correlati