07 febbraio 2020

Primo italiano positivo al coronavirus cinese: era in quarantena a Cecchignola

È risultato positivo al test del coronavirus cinese uno dei 56 italiani rientrati dalla città di Wuhan nei giorni scorsi. A confermarlo all’ANSA è il direttore del dipartimento di Malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), Gianni Rezza: “Anche se non si può escludere del tutto, ritengo molto improbabile che l'italiano risultato positivo al coronavirus possa avere trasmesso l'infezione a qualcun altro”.

"Confermo la notizia che il primo italiano contagiato dal coronavirus è un ragazzo di Luzzara. Ho sentito il padre che mi ha dato, fortunatamente, notizie confortanti: il ragazzo sta bene ed è asintomatico", scrive invece su Facebook, Andrea Costa, sindaco di Luzzara.

Ad allertare gli esperti erano stati i risultati dei tamponi effettuati agli italiani sotto osservazione. Il soggetto, un uomo tra i 30 e 40 anni che si trovava in stanza da solo, è stato immediatamente trasferito e posto in isolamento presso l’Istituto Spallanzani.

Nel frattempo, i cittadini rientrati con lui sono tutti in quarantena nella città militare della Cecchignola, a Roma. I militari si dicono tranquilli, non hanno passato molto tempo insieme a loro e ritengono molto poco probabile la possibilità di un contagio.

Fonte: ANSA

Condividi su:



Articoli Correlati